I Cinesi hanno affrontato il Corona Virus prima di noi, e lo hanno contenuto.

Attraverso fonti certificate possiamo estrarre diverse buone pratiche o studi recenti.

Come realizzare una maschera fai da te.

Lo studio è stato condotto  dall‘ospedale di Shenzhen e il Consiglio dei consumatori dell’Università di Hong Kong, l’Istituto di ricerca scientifica e tecnologica di Hong Kong, il Parco scientifico e tecnologico di Hong Kong e il Dipartimento di architettura e ingegneria civile dell’Università di Hong Kong.

E’ stato dimostrato che la funzione protettiva di queste maschere “fai da te” può raggiungere oltre il 90% dell’effetto delle maschere chirurgiche.

AVVERTENZE

  • Prima di realizzare e indossare una maschera, lavarsi le mani con acqua e sapone o strofinare con alcool;
  • Prima di uscire, mettere diverse maschere in un sacchetto compatto dove conservarle ed estrarle per sostituire la maschera già usata in precedenza;
  • Quando si utilizza una maschera fatta da sé, la faccia composta da fazzoletti è rivolta all’interno, alla bocca e al naso, mentre la superficie in carta da cucina è rivolta all’esterno. Va indossata per un periodo di tempo limitato, come una o due ore, e quindi sostituita; va sostituita immediatamente anche se il tessuto nella maschera risulta bagnato;
  • Non riutilizzare mai le maschere fatte in casa: le parti non impermeabili (che non sono riutilizzabili) vanno gettate nella spazzatura;
  • Quando lo si indossa, prima di rimuovere l’equipaggiamento protettivo bisogna pulire le mani; se togli la maschera in casa, è meglio preparare un disinfettante; tolta la maschera, rimuovi le parti di carta e gettale immediatamente nella spazzatura. Poi pulisci immediatamente le mani;
  • Non riutilizzare i fogli di carta delle maschere fatte in casa, neanche per altri scopi, come, per esempio, per pulire in cucina o in bagno;
  • La parte della maschera in pellicola di plastica, una volta usata deve essere pulita e disinfettata con candeggina o alcool diluito in 1:49 o con sapone liquido detergente e acqua prima di riutilizzarla. Ma se tale pellicola protettiva in plastica appare evidentemente contaminata, sporca o screpolata, non deve essere riutilizzata; va gettata anch’essa in un cestino coperto e poi bisogna pulire immediatamente le mani;
  • Se cambi la maschera fuori casa, in strada, devi mettere la maschera usata in un altro sacchetto sigillato, gettarla nel cestino o, se no, portarla a casa e gettarla in un cestino coperto. Non gettarla dove capita.
  • Se ci si reca in ospedali, cliniche e altri luoghi ad alto rischio di infezione, se possibile, è meglio indossare una maschera chirurgica con specifiche appropriate. In caso di malessere o sospetto di infezione o sintomi di problemi alle alte vie respiratorie, consultare immediatamente un medico.
Vedi anche  #Conte incapace, chiamiamo Bertolaso. #CommissariareConte #CoronaVirus

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here