Salvini monitorato dagli Ucraini H24 dalla Scuola di Giornalismo di Kiev sponsorizzata dall’ Unione Europea, USA e fondazioni Soros,  sistematicamente attaccano il centrodestra in particolare Salvini.
Ecco qui la raccolta del tag Salvini dal sito  www.stopfake.org.

Fake : Le sanzioni alla Russia stanno causando un danno incalcolabile all’economia italiana

Salvini: “Se vado al governo via le sanzioni alla Russia” Su questa affermazione non vi è nulla di nuovo in quanto era chiaro quasi a tutti che la Russia avrebbe finanziato e/o aiutato in qualche modo la campagna elettorale della Lega di Matteo Salvini con lo scopo di avere un Governo amico in Europa che incrinasse l’alleanza che ha imposto alla Russia delle sanzioni a seguito delle violazioni dei diritti

Chi c’è dietro Matteo Salvini? Dagli amici russi ai riciclati del Sud

trasformisti che riempiono le liste da Roma in giù. E gli uomini e le aziende che si avvantaggiano dell’alleanza con Putin. L’inchiesta dell’Espresso in edicola da domenica 11 febbraio svela i legami pericolosi del Carroccio Legami pericolosi. L’ombra del Cremlino a Est, quella delle clientele e degli impresentabili al Sud. Matteo Salvini ha rivoluzionato così il partito dopo aver archiviato le stagioni di Bossi e Maroni. Un Carroccio al verde, sostiene il

Putin : Non abbiamo interesse ad interferire nelle elezioni

Vladimir Putin l’11 gennaio rilascia una dichiarazione alla stampa che immediatamente viene ripresa da tutti gli organi di informazione italiani. Le dichiarazione del Presidente russo sono state: “Noi abbiamo buoni rapporti con l’Italia e per noi questo rapporto con lo Stato italiano è importante, non avrebbe nessuno senso rovinarlo”,  “Queste sono provocazioni fatte apposta per distruggere i legami fra i nostri due paesi. Noi abbiamo buoni rapporti sia con i partiti

Leghisti e grillini, ecco i siti e le pagine Facebook imparentate

Il report informatico citato dal Nyt: “Hanno lo stesso codice”. Il social manager di Salvini: lo cambierò Mentre il Movimento smentiva furiosamente la notizia di un incontro con Matteo Salvini, un sito web che sostiene in modo ufficiale Salvini risultava condividere i codici analytics di Goo gle e l’Id di Google adsense (con cui viene monetizzata la pubblicità online) con siti pro M5S, e siti pro Putin. L’analisi, resa nota dal

Fake : Putin ci salverà dall’islamizzazione

E’ uno dei cavalli di battaglia della propaganda filorussa in Italia cavalcata specialmente dalla Lega Nord di Matteo Salvini e da Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni. Il leit motiv è “Putin sa trattare i Mussulmani, a Mosca non c’è l’invasione che c’è in Italia“. E’ ovvio che si tratta di banalità a cui purtroppo molti italiani male informati credono, basterebbero i numeri a sfatare tali credenze. A Mosca vivono più

Vedi anche  L'impegno americano in Siria. La distribuzione del missili anticarro TOW BGM-71 ai gruppi islamici

Lettera aperta a un Pro Russo italiano

Spesso sbagliamo quando pensiamo che le persone sono schierate su determinate posizioni perchè prive di intelletto. Peggio ancora quando si crede che coloro che militano in uno schieramento politico o ne condividono le idee contrarie alle nostre lo facciano soltanto perchè sia dei “poveri idioti” ignoranti. Questo tipo di ragionamento elitario favorisce il fenomeno delle “echo chamber” cioè dei luoghi virtuali ove le persone tendono ad isolarsi e a relazionarsi

Le bufale di Salvini sulle sanzioni alla Russia

Molti italiani hanno imparato a conoscere il leader della Lega Nord Matteo Salvini, ma sono molti che ancora credono a tutte le sue affermazioni che spesso si contraddicono una con l’altra. Come viene esposto in seguito, molto spesso le sue affermazioni di stampo populista non si basano su dati oggettivi ma su una “verità” creata ad uso e consumo del suo progetto politico, poco importa se tali affermazioni non si

L’alleanza Grillo – Salvini nel nome di Putin

Le prime pagine dei giornali sono state tutte per Beppe Grillo, la sua intervista al quotidiano francese ha sorpreso molti ma non noi di Stopfake che seguiamo oramai da anni le vicende internazionali. Si è trattato semplicemente di un altro tassello della cosiddetta “dottrina Gerasimov” ovvero sostituire i Governi stranieri con Governi marionetta che curino in primis gli interessi della Russia. In Francia non avranno problemi, possono contare su due

La Lega Nord invita veneti e lombardi a delocalizzare le loro aziende in Ucraina

Un interessante spunto di riflessione ci viene proposto dall’appello dell’Associazione Lombardia Russia, associazione della Lega Nord che cura i rapporti con Mosca proprio nei giorni che hanno visto l’ennesimo viaggio del suo segretario Matteo Salvini alla corte di Putin. Questa associazione dopo aver promosso diversi viaggi di imprenditori lombardi e veneti in Crimea ha pubblicato un opuscolo nel quale invita gli imprenditori del Nord Italia a delocalizzare le loro produzioni

Referendum, Putin ed il futuro dell’Italia

Il referendum ci consegna un’Italia più debole e confusa. Le prime reazioni dopo l’apertura delle urne ci hanno subito fatto capire che il dopo era ed è un salto nel buio. Da una parte Brunetta che si affettava a dire che Renzi avrebbe dovuto continuare a governare e che non si deve andare a elezioni anticipate, dall’altra Salvini che dopo aver ringraziato con un tweet il suo finanziatore di Mosca

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here