Il Movimento Sociale Italiano nasce ufficialmente il 26 dicembre del 1946, nello studio dell’ex vicefederale romano, il ragioniere Arturo Michelini. Il 22 dicembre 1947 sarà promulgata la Costituzione repubblicana, dove al capo XII delle disposizioni transitorie e finali si legge: “È vietata la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista.”. Il Movimento Sociale si presenta per la prima volta alle elezioni del 1948 e ottiene il 2,1 % alla Camera. I militanti del Movimento Sociale sono ex esponenti del regime fascista e sopratutto reduci della Repubblica Sociale Italiana e occorre partire da li per capire la genesi e le trasformazioni di questo partito e più in generale la formazione della classe dirigente della destra italiana.

 

 

 

 

 

 

 

Vedi anche  Rutilio Sermonti: vivere da #eroi | #destra

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here