Il codice dell’Apocalisse. Perché l’islamismo ci fa guerra Copertina flessibile                      di Aldo Di Lello 

Un’analisi severa degli errori commessi dall’Occidente. Aldo Di Lello, studioso dei conflitti dell’era globale, spiega l’islamismo radicale con il filo rosso del profetismo. Perché l’incendio appiccato dagli ideologi jihadisti minaccia, non solo il Medio Oriente, ma anche l’Europa? Che cosa spinge tanti ragazzi a farsi esplodere nel nome di Allah? Quello che da quasi due millenni scatena le guerre di religione: la convinzione che i “tempi ultimi” siano prossimi. È il codice dell’Apocalisse, che ispira le atrocità dell’Isis e il suo tracotante annuncio dell’imminente conquista di Roma. L’autore ricostruisce i meccanismi ideologici di questa irruzione di Medio Evo in pieno XXI secolo: dalla nascita dei Fratelli Musulmani in Egitto alla rivoluzione di Khomeini in Iran, dal terrorismo globale di Al Qaeda alla guerra del Califfato in Iraq e in Siria. La forza del millenarismo si rivela dove si ferma la geopolitica.

Vedi anche  #letture: Giuseppe Prezzolini. L'anarchico conservatore

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here