Da tempo si sente dire che occorre  prendere provvedimenti contro le bufale o le fake news in rete, perché possono essere dannose per la salute (vero) e per la democrazia, e di combattere la propaganda.

Quello che ci allerta,  è che i politici o il sistema stanno cogliendo l’occasione per mettere su un bel tribunale dell’inquisizione, controllato dai partiti di governo, che decida cosa è vero e cosa è falso.

Nell’attesa si oscurano i siti, limitando ovviamente la diffusione delle opinioni.

La Propaganda politica è sempre esistita, non può essere censurata, può essere combattuta, con la contro-propaganda.

Una notizia di Sputnik che ridicolizza l’Unione Europa, o la  NATO, non può essere combattuta come dicono i burocrati europei sostenuti dai membri UE dell’est europeo con la chiusura dei media russi.

Poi ovviamente se questo succederà, Putin chiuderà per ritorsione i siti europei, e gli europei, grideranno alla censura.

Evitando di dire che l’Unione Europea ha cominciato la Guerra della Censura.

Lasciando gli utenti di internet, già  devastati dal carico di informazioni, nel rincoglionimento totale.

Intanto Google, Facebook si portano avanti.

Leggete qui:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/01/29/google-messora-disattivata-raccolta-pubblicitaria-su-mio-blog-caccia-alle-fake-news-per-spegnere-la-rete/3348762/

http://blog.ilgiornale.it/foa/2017/01/29/attenti-arriva-la-censura-google-punisce-il-blog-di-messora/

 

Inoltre:

https://en.wikipedia.org/wiki/Fake_news_website

Vedi anche  L'ipocrisia del Salento #NOTAP

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here