Cos’è, come funziona, a chi spetta ma soprattutto come fare per ottenerlo e quali sono i requisiti necessari per beneficiarne?

Il reddito di cittadinanza è una misura secondo cui ogni cittadino, sia esso ricco o povero, riceve mensilmente una determinata somma di denaro.

Nello specifico, con reddito di cittadinanza  si definisce una forma di sostentamento elargita dallo Stato ai cittadini privi di reddito o il cui reddito – da lavoro o pensione – non arrivi a quella che viene definita “soglia di povertà”, che naturalmente cambia in base al momento storico o al paese.

Il reddito di cittadinanza può essere elargito interamente o solo parzialmente, come forma di integrazione a uno stipendio già esistente.

La proposta del Movimento Cinque Stelle relativamente al reddito di cittadinanza prevede che questa forma di sostentamento possa essere richiesta da persone con determinati requisiti che nel programma vengono quantificati in nove milioni di persone. Questi requisiti sono: avere almeno 18 anni, essere disoccupato o inoccupato o ricevere un reddito da lavoro o una pensione inferiore alla soglia di povertà.

Come Funziona?

In Italia la soglia di povertà è stabilità ai 780 euro, che tuttavia può variare in base alla composizione del nucleo familiare.

Un’importante precisazione riguarda il fatto che il reddito di cittadinanza non è rivolto a ogni singola persona ma al nucleo familiare nel suo complesso, il che vuol dire che una sola famiglia può ottenere il reddito di cittadinanza anche se in quel nucleo familiare vi siano più persone con un salario inferiore ai 780 euro. Dunque un “solo” reddito di cittadinanza a famiglia.

Tabella

  • Una persona al di sotto dei 35 anni senza famiglia otterrebbe circa 5.175 euro l’anno
  • Una coppia con figli minorenni 7.023 euro l’anno
  • Una coppia con figli maggiorenni 4.472 euro l’anno
  • Una coppia senza figli e con la donna al di sotto dei 35 anni 7.084 euro l’anno
Vedi anche  Mancato accordo #Russia-#USA sulla #Siria. Svela che gli USA sono artefici della #guerra

Come ottenere il reddito di cittadinanza (quali sono i requisiti necessari per beneficiarne) e a chi spetta

Ma chi può beneficiare del reddito di cittadinanza?

I requisiti

  • Essere maggiorente (avere cioè più di 18 anni)
  • Essere disoccupati o inoccupati
  • Avere un reddito di lavoro inferiore alla soglia di povertà in Italia, stabilita dall’ISTAT
  • Percepire una pensione inferiore alla soglia di povertà.

Non solo, però. Perché una volta ottenuto il reddito di cittadinanza, sarà necessario rispettare alcune regole per mantenere il diritto a percepirlo, proprio per evitare che le persone decidano furbescamente di non lavorare o lavorare in nero al fine di percepire questa elargizione economica.

Come  ottenerlo?

Rivolgersi presso un centro per l’impiego

  • I disoccupati, per poter conservare il reddito di cittadinanza, dovranno iscriversi a un centro per l’impiego
  • Offrire circa 8 ore settimanali alla comunità per progetti e lavori socialmente utili
  • Sarà inoltre previsto frequentare corsi di qualificazione o riqualificazione professionale
  • Comunicare tempestivamente ogni variazione di reddito
  • Sarà obbligatorio accettare una delle prime tre offerte di lavoro pervenute.
  • Effettuare la ricerca di un lavoro per almeno due ore al giorno
  • Infine, è anche necessario non recedere da un contratto senza giusta causa due volte in un anno.

Importante: Chi invece ha già un lavoro, ma la retribuzione è inferiore a 780 euro, riceverebbe un’integrazione tale da arrivare a tale cifra.

I Moduli?

Occorre aspettare il rilascio ai sensi del decreto ministeriale del Decreto legge del Governo di Maio, sul reddito di cittadinanza.

Ma quando?

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here