È il primo passo per la  nascita del nuovo soggetto politico “conservatore e sovranista” che Giorgia Meloni ha annunciato di voler costruire dopo le prossime elezioni europee.

Si tratta di un percorso ancora lungo e articolato che deve portare ad una grande stagione costituente in grado di raccogliere molteplici esperienze e contributi. 

In questa prospettiva il MNS sostiene l’impegno dei propri dirigenti territoriali che hanno promosso numerose e diversificate esperienze di liste comunali e regionali, sia di natura civica, sia contrassegnate con il nostro simbolo o con quello di altri partiti di centrodestra.

Pertanto sostegno pieno alle liste di Fratelli d’Italia per le europee da parte del Mns, il Movimento nazionale per la sovranità. Una riunione dell’ufficio politico, presieduta da Roberto Menia Marco Cerreto, ha approvato il documento politico relativo alla consultazione elettorale.

“Il MNS risponde positivamente all’appello lanciato da Giorgia Meloni per costruire all’interno delle liste aperte di Fratelli d’Italia una nuova unità della Destra politica e sociale italiana. Dopo tanti anni di divisioni e di diaspora, è bello e necessario che tutta la Destra diffusa – riunendo le fiamme tricolori” –cominci a ritrovarsi nella stessa casa comune”.

Oltre i vecchi steccati

“In più le liste “Conservatrici e Sovraniste” promosse da Fdi, aprendosi ad una vasta area elettorale che va oltre i vecchi steccati, possono rappresentare – secondo il Movimento nazionale per la sovranità – la prima base per un nuovo soggetto politico in grado di rappresentare il secondo Pilastro del Polo Sovranista, alleato non subalterno alla Lega di Salvini. Questo secondo Pilastro può e deve essere aperto ed inclusivo di diverse esperienze politiche, radicato in modo equilibrato su tutto il territorio nazionale, libero dai condizionamenti dei centri di potere dominanti in Italia e in Europa, fondato sul valore irrinunciabile della Sovranità nazionale”.

I candidati in lista

“Tutto questo è un contributo fondamentale in vista della prossima legislatura europea che non potrà non essere quella di un profondo cambiamento del progetto dell’UE. Perché  questo cambiamento sia nel segno di un’Europa dei Popoli e delle Nazioni, le forze sovraniste e conservatrici saranno determinanti per costruire una maggioranza politica alternativa a quella formata dall’alleanza tra PPE e PSE. In Italia – prosegue il documento – il successo delle liste aperte di Fratelli d’Italia sarà il migliore stimolo politico per spingere la Lega a porre termine all’alleanza di governo con il M5S e a costruire uno schieramento politico di centrodestra radicalmente rinnovato in senso sovranista”.

“Per questi motivi l’MNS, oltre a mobilitarsi in tutta Italia per raccogliere voti per le liste europee di Fratelli d’Italia, ha presentato la candidatura di tre suoi dirigenti di punta: Michele Facci (Coordinatore MNS in Emilia Romagna) nella Circoscrizione Nord-orientaleAntonio Tisci (Responsabile MNS per l’Italia meridionale) nella Circoscrizione Meridionale; Francesco Rizzo (Coordinatore MNS della Sicilia orientale) nella Circoscrizione Isole”.

Documento dell’Ufficio politico del Movimento Nazionale per la Sovranità

RIUNIAMO LE FIAMME PER VINCERE IN EUROPA

Vedi anche  #Cultura, la riforma Franceschini non convince. Ecco perché

L’Ufficio politico del Movimento Nazionale per la Sovranità, nella riunione del 7 maggio, ha approvato il seguente documento politico:

Il MNS risponde positivamente all’appello lanciato da Giorgia Meloni per costruire all’interno delle liste aperte di Fratelli d’Italia una nuova unità della Destra politica e sociale italiana. Dopo tanti anni di divisioni e di diaspora, è bello e necessario che tutta la Destra diffusa – “riunendo le fiamme tricolori” – cominci a ritrovarsi nella stessa casa comune.

In più le liste “Conservatrici e Sovraniste” promosse da Fdi, aprendosi ad una vasta area elettorale che va oltre i vecchi steccati, possono rappresentare la prima base per un nuovo soggetto politico in grado di rappresentare il secondo Pilastro del Polo Sovranista, alleato non subalterno alla Lega di Salvini.

Questo secondo Pilastro può e deve essere aperto ed inclusivo di diverse esperienze politiche, radicato in modo equilibrato su tutto il territorio nazionale, libero dai condizionamenti dei centri di potere dominanti in Italia e in Europa, fondato sul valore irrinunciabile della Sovranità nazionale.

Tutto questo è un contributo fondamentale in vista della prossima legislatura europea che non potrà non essere quella di un profondo cambiamento del progetto dell’UE. Perché   questo cambiamento sia nel segno di un’Europa dei Popoli e delle Nazioni, le forze sovraniste e conservatrici saranno determinanti per costruire una maggioranza politica alternativa a quella formata dall’alleanza tra PPE e PSE.

In Italia il successo delle liste aperte di Fratelli d’Italia sarà il migliore stimolo politico per spingere la Lega a porre termine all’alleanza di governo con il M5S e a costruire uno schieramento politico di centrodestra radicalmente rinnovato in senso sovranista.

Per questi motivi l’MNS, oltre a mobilitarsi in tutta Italia per raccogliere voti  per le liste europee di Fratelli d’Italia, ha presentato la candidatura di tre suoi dirigenti di punta:

Michele Facci (Coordinatore MNS in Emilia Romagna) nella Circoscrizione Nord-orientale;

Antonio Tisci (Responsabile MNS per l’Italia meridionale) nella Circoscrizione Meridionale;

Francesco Rizzo (Coordinatore MNS della Sicilia orientale) nella Circoscrizione Isole.

È questo il primo passo per poter partecipare da fondatori alla nascita del nuovo soggetto politico “conservatore e sovranista” che Giorgia Meloni ha annunciato di voler costruire dopo le prossime elezioni europee. Si tratta di un percorso ancora lungo e articolato che deve portare ad una grande stagione costituente in grado di raccogliere molteplici esperienze e contributi.

In questa prospettiva il MNS sostiene l’impegno dei propri dirigenti territoriali che hanno promosso numerose e diversificate esperienze di liste comunali e regionali, sia di natura civica, sia contrassegnate con il nostro simbolo o con quello di altri partiti di centrodestra. Sono tutte energie che potranno essere valorizzate nella costruzione del Polo Sovranista in vista di nuove elezioni politiche.

Il Movimento Nazionale per la Sovranità, in questo quadro, convoca per sabato 29 giugno  p.v. l’Assemblea nazionale per valutare i risultati delle elezioni del Parlamento europeo e degli Enti Locali e il percorso che porterà alla nascita del nuovo soggetto politico sovranista.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here