In merito:

  1. La cooperazione italiana, è una cosa sana e giusta, spesso e volentieri i paesi sono al limite, è auspicabile più barbe finte tra le ONG nostrane. Il problema sono le tante ONG ideologizzate, Crosetto ne sa qualcosa.
  2. Pagare un riscatto, non è una cosa insana, non tutti i blitz escono con il buco giusto.
  3. Gli ex-ostaggi vengono prelevati e eliminati dalla circolazione per anni, evitando ogni tipo di contatto con i media, questo succede in Francia, negli Stati Uniti, in Israele.
  4. Di solito, si paga, e poi si invia un drone sui membri del gruppo d’acquisto sequestro, per ri-inviare il terrore. Se proprio non vuoi imitare il Mossad che colpisce i membri  singolarmente nei posti a loro più cari. Sperando di distruggere anche i soldi del riscatto.
  5. Con la valutazione attuale ad Al-Shabaab gli abbiamo fornito di fatto 10.000 kalashnikov, con buona pace di quelli che “non voglio le industrie di armi a casa mia”.
  6. Lo spot della Casaleggio, creato a uso e consumo della propaganda terroristica non è stata una bella idea, con la fornitura pro bono delle comparse Conte e di Di Maio, e  ex-sequestrata italica in costume e convertita. Nemmeno tenerla sequestrata sull’aereo in attesa che si pettinava Conte al terminal di Ciampino.
  7. Una notizia positiva, il costo medio oggi di un italiano all’estero, sotto il Governo Conte, è soli 4 milioni di euro, sotto il Governo Renzi si sono raggiunti i 6 milioni di euro a testina.
Vedi anche  #Macron dichiara la guerra ibrida all'Italia, scegliendo la Libia come terreno di scontro. #Libia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here